Home

Home

Storia e recupero

Il museo

Assam

I quaderni del Forte

Aperture e Orari

Vent'anni di lavori al Forte

Vent’anni fa entravamo a Forte Bramafam scavalcando la cancellata, come quelli che organizzavano grigliate, prendevano il sole o si intrattenevano in piacevole compagnia, noi entravamo con un sogno: avere un forte e cercare di salvarlo.

 

1995 1

 

I primi anni di duro lavoro: sgombero immondizie, taglio di alberi e rovi cresciuti ovunque, montagne dimacerie... Poi i primi interventi di messa in sicurezza e grazie alla fiducia di enti pubblici e privati, prendono avvio i lavori di recupero.

Subito, sin dall’inizio, l’apertura al pubblico su un percorso di visita “strutturale”, poi i primi progetti, la realizzazione dei primi allestimenti: ne eravamo orgogliosi, anche se a rivederli oggi ci rendiamo conto della nostra evoluzione. Progressivamente sulla base del filo conduttore, l’amore per la storia, abbiamo dato vita ad un museo: dapprima abbiamo messo a disposizione le nostre raccolte personali, poi sono iniziate le acquisizioni sul mercato del collezionismo e infine sono iniziate ad arrivare le donazioni dei visitatori. Abbiamo dato vita a un museo unico nel suo genere, costantemente rimodellato e in continua evoluzione. Sono vent’anni che lavoriamo per recuperare Forte Bramafam, e non è finita. Certo non siamo facili da accontentare, vogliamo sempre qualcosa di più, e non si può negare che l’abbiamo realizzato e vogliamo continuare a farlo.

In questi anni per alcuni l’idea del sogno di salvare una fortificazione si è sopita, per altri si è corrotta, ma noi ci continuiamo a credere, un sogno che si sta tramutando sempre di più in realtà. Dopo questi anni il motto va ridefinito: avere un forte e lottare per salvarlo. Lottare per salvarlo equivale a lottare contro quelli che ancora non capiscono che cosa facciamo, contro quelli che ci denigrano, contro gli invidiosi, contro i direttori dei lavori finiti, contro chi promette e non mantiene, contro l’indifferenza.

 

1995 8

 

Di quella trentina di soci, che vediamo nelle foto del 1995 impegnati nei lavori, molti sono ancora nell’associazione, alcuni ancora particolarmente attivi; nuovi soci sono arrivati, altri se ne sono andati.

Vent’anni sulla barricata, certe scelte le abbiamo pagate sulla nostra pelle, ma non abbiamo rammarichi.

Non è da dimenticare che sono anche 25 anni che abbiamo fondato la nostra associazione. Venti.... venticinqueanni.... dati da non credere per un’associazione di volontariato che restaura un bene dello Stato.

Un sincero grazie a chi ha creduto in questo sogno e che continuerà a sostenerci.

S5 Box

LATEST NEWS!

LATEST NEWS!