Home

Home

Storia e recupero

Il museo

Assam

I quaderni del Forte

Aperture e Orari

Le Chateau du Bramafam

Sin dalla prima metà del Trecento si è a conoscenza della presenza di un castello sull’altura del Bramafam; si trattava di una costruzione a pianta quadrilatera munita di una cinta merlata lungo la quale si apriva un portale che dava accesso alla basse cour. Due torri, alte circa diciotto metri, si ergevano sul lato occidentale, mentre nella parte residenziale si trovava un edificio su due piani che ospitava due sale e quattro camere, oltre una cisterna profonda circa sei metri, un forno e un mulino a braccia. Nel 1417 si ha notizia dell’introduzione delle prime artiglierie: due bombardelle petriere, una da sei ed una da sette libbre; inoltre negli inventari d’armi troviamo una balista a tornio, balestre a leva e da piede, lance e scuri da guerra, nonché corazze, elmi a celata, rondelle e targoni. L’attenzione nelle cure era motivata dal fatto che il Bramafam con Exilles erano gli unici castelli delfinali della valle a mantenere una guarnigione permanente. Nel 1574 nel torbido delle guerre di religione che sconvolsero l’alta Valle di Susa, nell’impossibilità di disporre un presidio sufficiente per la difesa del castello, piuttosto che correre il rischio di vederlo occupato da parte ugonotta, secondo le istruzioni di Carlo IX Re di Francia, viene ordinata la demolizione del fortilizio. Per oltre tre secoli non furono più realizzate fortificazioni nella conca di Bardonecchia.

S5 Box

LATEST NEWS!

LATEST NEWS!